I DIARI DELLA MOTOCICLETTA

//I DIARI DELLA MOTOCICLETTA

I DIARI DELLA MOTOCICLETTA

Circolo virtuoso Il nome della Rosa

Giulianova Alta, Via Gramsci 46/a 

Info Line 338/9727534

 

Venerdì 30 novembre ORE 21:30

RICORDI DI VIAGGIO

“I DIARI DELLA MOTOCICLETTA”

Nessun confine è un limite

Appunti di viaggio in-solita-Aria

Incontro col Prof.: Elvio ROSA

A cura di: Paolo DI CRISTOFARO

 

I motociclisti “impavidi” usano dirsi in goliardica sfida dentro caschi come argonauti sulle costellazioni asfaltate “ti faccio strada ed indico la via. Mi paghi da bere all’arrivo!”.

Non bastano quindi citazioni di poeti e navigatori motociclistici famosi per renderci il senso della Vita in moto dove mai più di 2 son sullo stesso cavallo ferrato.

Piuttosto il più delle volte ed è saggio, il “motosolitario” è un “Clint Eastwood” delle praterie e colline che preferisce all’amico o all’Amata, borse e sacche piene di incognite.

Non resta che disporci Venerdì 30 Novembre ne il Circolo Virtuoso “il nome della Rosa”…in ossequioso silenzio perché il prof. Elvio Rosa ci racconti tratti possibili dei Viaggi. Partenze e ritorni tanti e poi ancora prossime partenze oltre scelti suoi liberi orizzonti.

Ciò che non ci dirà saranno “parole” non necessarie perché nulla si può dire di ciò che è se non sperimentato, indicibile. Faremo della nostra detenuta domestica Immaginazione (quella che fa soffrire molti Cavalieri che hanno dismesso la Spada dell’Indipendenza e della loro Libertà più Assoluta) una sofferta presa di Coscienza…e che la nostra “motocritica” ci perdoni!     

Non resta Non hanno paura di voi, hanno paura di quello che voi rappresentate per loro: la libertà! (Dal film Easy Rider)

La moto non è solo un pezzo di ferro, anzi, penso che abbia un’anima perché è una cosa troppo bella per non avere un’anima.

L’amore per la moto riesce, quasi per magia, a liberare l’energia imprigionata nel cuore degli uomini, e a illuminare i sotterranei dell’anima (Claudio Costa)

Il cuore di un motociclista non si misura in pulsazioni…ma in numero di giri (Anonimo)

A piedi cammino.
In macchina viaggio.
In moto sogno. (Anonimo)

A volte ci vuole un intero serbatoio di benzina prima che tu riesca a riordinare le idee (Anonimo)

Le cose più belle della vita impennano (Anonimo)

Siate liberi di guardare lontano anche oltre l’orizzonte, liberi di viaggiare veloci o lentissimi, dove vi porta il suono schietto della moto, che annuncia il vostro arrivo come un tuono annuncia il temporale (Roberto Patrignani)

Non è vero che non si vive senza una moto, è vero invece che senza una moto non si può dire di aver vissuto

Noi motociclisti ci sentiamo in fondo al cuore la vera nobiltà della strada gli ultimi cavalieri erranti discriminati per la loro scelta che va in senso opposto alla omologazione generale, che esalta quella virtù suprema che è l’individualismo. (Anonimo)

 

2018-11-26T16:28:39+00:00