QUASI COME DUMAS: Ivan “l’ingestibile” cinque anni dopo

//QUASI COME DUMAS: Ivan “l’ingestibile” cinque anni dopo

QUASI COME DUMAS: Ivan “l’ingestibile” cinque anni dopo

Circolo virtuoso Il nome della Rosa

Giulianova Alta, Via Gramsci 46/a

 

Info Line 338/9727534

 

Venerdì 12 ottobre ORE 21,30

VITA D’ARTISTA

“QUASI COME DUMAS”

Ivan “l’ingestibile” cinque anni dopo

Incontro con: Ivan D’ANTONIO, Arianna DI CARLANTONIO

A cura di: Luca MAGGITTI 

 

Rispetto a quanto scritto di seguito, per l’incontro al Circolo del dicembre 2013, è cambiato che Ivan ha superato la trentina (per la precisione ha compiuto il trentacinquesimo giro intorno al sole come ama dire lui) ed ha continuato a vincere premi. Ad esempio, il primo premio assoluto della giuria di qualità al “Premio Ovidio 2018” per la scrittura e la regia del brano musicale “Marije” di Setak. Lo intervisteremo insieme ad Arianna Di Carlantonio che ne curato la scenografia. Non crediamo che mancheranno le sorprese, come al solito!

 

Può scattare foto bellissime, dipingere e disegnare.

Oppure suonare e cantare.

O, ancora, girare video musicali e cortometraggi, vincendo premi di rilevanza nazionale. 

Un artista, nella sua forma più primitiva e ampia. Quindi schietta. 

Con quella profetica barba me lo sogno, a volte, trasportato in epoca rinascimentale nella Valle del Vomano, girando con un liuto per deliziare le genti indaffarate nei mercati di paese. 

Un uomo venuto da un’altra epoca, insomma, distratto dalla sua fiamma artistica che lo rende ingestibile. Altro che Ivan il Terribile, qui siamo in presenza di Ivan l’Ingestibile, al secolo Ivan D’Antonio.

 

2018-10-07T18:31:52+00:00